Il nostro sito prevede l’utilizzo di cookies. Oltre ai cookies tecnici, per cui non è necessaria autorizzazione, utilizziamo cookies di terze parti per poter migliorare l'esperienza dell'utente, e offrire i contenuti che i nostri visitatori trovano più utili. Consulta la nostra privacy policy per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli e/o negare il consenso. Cliccando su “Accetta i cookies” o continuando la navigazione, accetterai l’installazione.

Che cosa occorre sapere sul Novel Coronavirus (2019-nCoV)

Postati 30-01-2020 in Healthcare

Un’epidemia di un nuovo ceppo di coronavirus sta causando il panico in tutto il mondo. Ecco cosa sappiamo del 2019-nCoV.

Aggiornato al 23 aprile 2020

Casi confermati di COVID-19, aggiornato al 23 aprile 2020

Casi totali - 2.544.792 | Nuovi casi - 73.657 | Deceduti - 175.694

Casi registrati per Paese e le regioni con più casi:

Europa: Casi totali – 1.251.458 | Nuovi casi – 31.972 | Deceduti – 113.336
Spagna: Casi totali – 208.389 | Nuovi casi – 4.211| Deceduti – 21.717
Italia: Casi totali – 187.327 | Nuovi casi - 3.370 | Deceduti - 25.085
Germania: Casi totali – 148.046| Nuovi casi – 2.352 | Deceduti - 5.094
Regno Unito: Casi totali – 133.499| Nuovi casi - 4.451| Deceduti - 18.100
Francia: Casi totali – 117.961| Nuovi casi – 1.810| Deceduti - 21.307
Turchia: Casi totali – 98.674| Nuovi casi - 3.083| Deceduti - 2.376
Federazione Russa: Casi totali – 62.773| Nuovi casi - 4.774| Deceduti - 555
Belgio: Casi totali – 41.889| Nuovi casi - 933| Deceduti - 6.262
Paesi Bassi: Casi totali – 34.842| Nuovi casi - 708| Deceduti - 4.054
Svizzera: Casi totali – 28.186| Nuovi casi - 205| Deceduti - 1.216
Portogallo: Casi totali - 21.982 | Nuovi casi - 603 | Deceduti 785

America: Casi totali – 957.402| Nuovi casi – 32.111 | Deceduti – 47.812
Stati Uniti: Casi totali – 800.926 | Nuovi casi – 24.019| Deceduti – 40.073
Brasile: Casi totali - 43.079| Nuovi casi - 2.498| Deceduti - 2.741
Canada: Casi totali – 38.923| Nuovi casi - 1.549| Deceduti - 1.871

Mediterraneo orientale: Casi totali – 144.450 | Nuovi casi - 5.101| Deceduti- 6.469
Iran: Casi totali – 85.996| Nuovi casi – 1.194| Deceduti - 5.391
Arabia Saudita: Casi totali - 12.772| Nuovi casi - 1.141| Deceduti - 114
Pakistan: Casi totali - 10.513| Nuovi casi - 764| Deceduti - 224

Pacifico occidentale: Casi totali – 137.902| Nuovi casi - 1.632| Deceduti - 5.818
Cina: Casi totali - 84.302| Nuovi casi - 15| Deceduti - 4.642
Giappone: Casi totali - 11.919 | Nuovi casi - 423 | Deceduti - 287
Repubblica di Corea: Casi totali - 10.702| Nuovi casi - 181| Deceduti - 240
Singapore: Casi totali - 10.141 | Nuovi casi - 1.016 | Deceduti - 12

Sud-Est asiatico: Casi totali – 36.039| Nuovi casi - 2.127| Deceduti - 1.498
India: Casi totali – 21.939| Nuovi casi - 1.409 | Deceduti - 681
Indonesia: Casi totali - 7.418| Nuovi casi - 283 | Deceduti - 635
Bangladesh: Casi totali - 3.772| Nuovi casi - 390| Deceduti - 120

Africa: Casi totali - 16.829 | Nuovi casi - 714| Deceduti - 748
Sud Africa: Casi totali - 3.635| Nuovi casi - 170| Deceduti - 565
Algeria: Casi totali - 2.910| Nuovi casi - 99| Deceduti - 402
Camerun: Casi totali - 1.163| Nuovi casi - 0| Deceduti - 43

I conteggi dei casi dipendono dalla capacità locale di effettuare i test e dalle politiche di reporting. Sono pubblicati qui al fine di fornire informazioni sulla situazione globale. Consigliamo di consultare fonti locali o regionale per conoscere la situazione nella vostra zona.

Alla fine di dicembre 2019, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) in collaborazione con i funzionari della sanità pubblica in Cina, ha segnalato un gruppo di casi di polmonite di origine sconosciuta nella città Wuhan, in Cina. I test iniziali per la sindrome respiratoria acuta grave coronavirus (SARS-CoV), la sindrome respiratoria mediorientale coronavirus (MERS-CoV), l’influenza e altri patogeni respiratori comuni sono risultati tutti negativi.

Il 7 gennaio, un nuovo ceppo di coronavirus attualmente noto come Novel Coronavirus (2019-nCoV), è stato isolato da un campione di paziente e la sequenza genetica è stata condivisa per accelerare lo sviluppo di reagenti diagnostici.

I coronavirus sono una grande famiglia di virus RNA che infettano mammiferi e uccelli, portando ad una grande varietà di malattie. Nell’uomo, sono una causa frequente di raffreddori comuni e occasionalmente causano infezioni respiratorie più gravi tra cui polmonite e sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS). I segni comuni di infezione includono sintomi respiratori, febbre, tosse, mancanza di respiro e difficoltà respiratorie. Non esiste un trattamento antivirale specifico.

Indagini dettagliate effettuate nella città di Wuhan hanno stabilito che l’origine dell’epidemia del 2019-nCoV è da attribuire ad un grande mercato di frutti di mare che vendeva anche animali vivi e selvaggina. Anche se questo rappresenta probabilmente un evento di ripercussione, la fonte animale è al momento sconosciuta (sono stati ipotizzati pipistrelli e serpenti). Si pensa che la SARS-CoV si sia riversata dai gatti zibetti e la MERS-CoV dai cammelli prima di causare epidemie negli esseri umani. Inizialmente si pensava che il 2019-nCoV non si trasmettesse da persona a persona, ma la diffusione dei casi, compresi gli operatori sanitari, dimostra che può effettivamente essere trasmessa in questo modo. Non è chiaro quanto facilmente possa diffondersi da persona a persona, anche se sembra che possa essere necessario un contatto ravvicinato.

Al 23 gennaio, 843 casi di nCoV sono stati confermati a livello globale. Sono stati segnalati casi in Cina continentale (830 casi), Tailandia (tre casi), Hong Kong (due casi), Vietnam (due casi) e casi singoli a Macao, Taiwan, Giappone, Corea del Sud, Singapore e Stati Uniti. Tutti i casi al di fuori della Cina sono stati esportati da Wuhan. Degli 830 casi in Cina, 177 persone hanno avuto gravi casi di malattia e 25 sono morte.

L’OMS ha pubblicato una guida provvisoria per gli operatori sanitari che consiglia quando effettuare il test per il 2019-nCoV. Il test molecolare tramite PCR presso un laboratorio di riferimento stabilito (consultare il proprio dipartimento sanitario locale o regionale per i siti di test) è raccomandato per i pazienti con uno dei seguenti sintomi:

  1. Infezione respiratoria acuta grave, compresa febbre e tosse, che richiede il ricovero in ospedale senza eziologia nota, più uno dei seguenti fattori
  • Viaggio o della residenza nella provincia di Wuhan Hubei in Cina entro 14 giorni dall’insorgenza dei sintomi
  • Malattia che si verifica in un operatore sanitario che lavora in un ambiente in cui vengono curati pazienti con gravi infezioni respiratorie acute

2. Malattia respiratoria acuta di qualsiasi grado con una delle seguenti esposizioni nell’arco di 14 giorni:

  • Stretto contatto con un caso confermato di 2019-nCoV
  • Lavorato o frequentato una struttura sanitaria in cui sono state segnalate infezioni da 2019-nCoV
  • Visitato o lavorato nel mercato con animali vivi a Wuhan, Cina

Nonostante la sorprendente quantità di informazioni raccolte sul 2019-nCoV in poche settimane, c’è ancora molto da scoprire su questo virus. Resta aggiornato con DynaMed, dove è possibile consultare gli ultimi dati (open access) sul 2019-nCoV.

Risorse globali:

Consulta il 2019-nCoV Topic - Open Access

Share this: